Archivio per Categoria Uncategorized

DiDietaBarf

Erba medica

Oggi parliamo di un prodotto ottimo per i nostri amici a 4 zampe, facilmente reperibile in natura e foriero di benefici straordinari: l’Erba Medica!

L’erba medica, grazie alla sua ricchezza in vitamine, minerali e aminoacidi viene impiegata come ricostituente e nei disturbi che ne derivano, particolarmente utile come fortificante, rimineralizzante e stimolante delle funzioni fisiche, dell’appetito e delle funzioni epato-biliari.
Molto utilizzata durante la convalescenza viene assunta anche come integratore preventivo su alcuni fenomeni di degenerazione cancerosa delle cellule intestinali, in più è un ottimo diuretico per i reni ed un regolatore intestinale.

Contiene 8 enzimi digestivi, fitoestrogeni, 40 diversi bioflavonoidi (con azione antiossidante, antinfiammatoria, rinforzante dei vasi sanguigni), flavoni (rinforzanti dei capillari fragili), glucosidi, alcaloidi (sostegno all’attività antibiotica, antinfiammatori, favoriscono la formazione proteica), aminoacidi, vitamina A, vitamina C, vitamina D, vitamina E, vitamina K, sali minerali, oligoelementi, elevate quantità di clorofilla (ottima per il trattamento delle anemie). Regola la produzione di estrogeni (isoflavoni). Contiene fluoruri naturali (rinforza i denti). Grazie alle fibre contenute favorisce la riduzione di trigliceridi.

Immaginavi che un’erba così comune fosse anche così straordinaria?

DiBARF Italia

L’ Osso di Bufalo per CANI è uno degli snack più utilizzato e più tossico

Anche se ai cani piace masticarlo a lungo, solitamente viene usato per mantenere occupato il cane e per la pulizia dei denti.

Ma in realtà l’Osso di Bufalo per Cani è davvero pericoloso: infatti per diventare tale deve subire una serie di procedimenti industriali estremamente nocivi per la salute
Normalmente i rivenditori fanno credere al consumatore che si tratti di un pezzo di carne disidratata ed essiccata sottoprodotto dell’industria bovina. E’ invece l’Osso di Bufalo per CANI è una derivazione dell’industria di pellame.. lo stesso tipo di fabbrica che produce pelle per abbigliamento, borse, divani etc.
Per la precisione viene usata la parte interna della pelle per produrre i famigerati ossi per cani:
Per prima cosa le pelli dei bovini vengono inviate alle concerie per essere trattate con un bagno chimico per prevenirne il deterioramento e la putrefazione
Successivamente vengono trattate con una soluzione di cenere o una ricetta con sodio solfuro calcinato (altamente tossico) che ha l’azione di eliminare i peli e il grasso che ricoprono le pelli
Le pelli vengono ulteriormente trattate con sostanza chimiche per renderle più morbide in modo da poter essere arrotolate
La parte esterna viene usata per: abbigliamento, scarpe, divani, borse etc..; mentre la parte interna viene usate per produrre oltre alle OSSA per CANI, anche cosmetici, colla e gelatina
Una volta divise le due parti, quella interna viene trattata con una soluzione di perossido di idrogeno e/o candeggina (ma a volte vengono usate ulteriori sostanze chimiche tossiche) per eliminare l’odore della pelle
Adesso che la pelle è stata sbiancata si passa alla fase di colorazione durante la quale il prodotto viene affumicato, colorato e addizionato con additivi, artificiali, per dare sapore
Alcuni tipi vengono verniciati con ossido di titanio per farli apparire più bianchi e sono i più pericolosi.. e i più venduti.
Adesso che sono pronte le ossa si passa alla fase di conservazione.
Osso di Bufalo per CANI
Chiunque avrà sicuramente notato che questi ossi durano in eterno.. ma come è possibile?
Vengono cosparsi con dei prodotti, ovviamente tossici, che aiutano a mantenere il prodotto inalterato e poi, usando della colla, viene arrotolato su stesso per dare le varie forme di osso, di corda arrotolata, di sigaro etc.
Infatti se il cane mastica un pezzetto ma poi se si stanca e posa l’osso, non avverrà nello snack nessun tipo di deterioramento organico.
La presenza di piombo, arsenico, mercurio, sali di cromo, formaldeide e altre sostanze chimiche tossiche sono state rilevate nelle pelli grezze e aiutano a mantenerlo inalterato. 
Quindi qualsiasi colla venga utilizzata va bene e attecchirà. Il foglio alla fine, viene spalmato di colla e arrotolato su stesso dando la forma di osso o di corda annodata.
Sono stati testati alcuni prodotti contenuti nell’Osso di Bufalo per CANI che hanno ovviamente rilevato la presenza di sostanze cancerogene con effetti letali in alte dosi
Un’indagine di Humane Society International, ha dichiarato: “In una scena particolarmente macabra, abbiamo visto le pelli di cani brutalmente macellate in Thailandia, venire mescolate con altri pezzi di pelle per produrre giocattoli di masticazione del pellame greggio per cani di proprietà. Gli investigatori hanno dichiarato che questi giocattoli da masticare, sono regolarmente esportati e venduti in tutti i negozi.”
Osso di Bufalo per CANI
Va inoltre ricordato che se il vostro cane ingerisce grandi pezzi di pellame greggio, questo può rimanere bloccato nell’esofago o in altre parti del tratto digerente, tanto che a volte è necessario l’ intervento di chirurgia addominale per rimuoverlo dallo stomaco o dall’intestino. Se non si risolve il problema per tempo si potrebbe arrivare alla morte del cane.
A proposito dell’ Osso di Bufalo per Cani.. un noto veterinario il Dott. Karen Becker spiega:
“Quando il cane inizia a masticare l’osso, dapprima è molto duro, ma quando continua a lungo, la parte masticata diventa più morbida e alla fine lui può staccare un pezzetto dell’estremità e il masticare assume la consistenza di un viscido pezzo simile ad una caramella gommosa o ad una gomma da masticare. E da quel momento, il vostro cane non può smettere di masticare e diventa quasi una droga.
A questo punto, non esiste più alcun beneficio dentale nel masticare, perché ha trasformato la pelle in una sostanza molle e appiccicosa che diventa un pericolo di ostruzione intestinale o di soffocamento.”
Osso di Bufalo per CANI
E’ importante far sapere a tutti che tipo di prodotti per CANI si trovano sugli scaffali dei pet shop, perché se la gente conoscesse le verità su come vengono prodotti gli alimenti per animali, farebbe sicuramente una scelta migliore.

Un’alternativa migliore? Guarda questa sezione essiccati naturali

(Fonte: di S. Giannetti www.gattocicovablog.it)

DiBARF Italia

I cani imparano anche dagli esseri umani

HANNO appena otto settimane: sono poco più che fagottini di pelo, eppure sono già in grado di apprendere osservando gli adulti. Non solo quelli della loro specie – parliamo di cuccioli di cane – ma anche gli esseri umani. È quanto appena scoperto da un’équipe di ricercatori del Dipartimento di Etologia dell’Università di Budapest, di cui fa parte anche l’italiana Claudia Fugazza. Gli scienziati, in particolare, hanno studiato l’apprendimento sociale (ossia la capacità di imparare nuove informazioni osservando il comportamento altrui) in 48 cuccioli di cane di otto settimane, ancora non adottati da nessuno, scoprendo per l’appunto che tale abilità è già presente in giovane età – fenomeno che ancora non era mai stato studiato dalla comunità scientifica – e che non è riferita solo ai conspecifici ma anche agli esseri umani. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Scientific Reports di Nature.

• COME FANNO I CUCCIOLI?


“Fino a questo momento – spiega Fugazza – l’apprendimento sociale era stato studiato solo nei cani adulti, per i quali è ormai nota la capacità di imparare sia dai loro simili che dagli esseri umani. Analizzare lo stesso fenomeno nei cuccioli, però, è molto più interessante, dal momento che apprendere determinate abilità da piccoli è molto più vantaggioso, e meno rischioso, che imparare per prove ed errori”. In generale, il fatto che i cani siano in grado di apprendere anche da individui di un’altra specie è un caso abbastanza singolare in natura, ed è dovuto al fatto che cani ed esseri umani si sono evoluti insieme nel tempo.

Il tuo cane ricorda quello che fai

QUESTIONE DI SCATOLE

Per studiare la questione, l’équipe di ricercatori ha sottoposto 48 cuccioli di otto settimane a due diversi esperimenti di apprendimento. In particolare, ai cani veniva mostrata una scatola contenente del cibo, che andava aperta sollevandone il coperchio, in alcuni casi, o spostandolo lateralmente, in altri. Nel primo esperimento, i cuccioli guardavano un cane adulto – la loro madre oppure un individuo sconosciuto – aprire la scatola; nel secondo, i cuccioli osservavano un essere umano sconosciuto compiere la stessa attività. Un gruppo di controllo, infine, osservava un altro cane o un essere umano mangiare accanto alla scatola senza aprirla: “Il gruppo di controllo”, continua Fugazza, “serviva a escludere che l’eventuale apprendimento dei cuccioli non fosse dovuto all’osservazione ma semplicemente a una strategia di prove ed errori oppure alla cosiddetta facilitazione sociale, ossia al fatto che la presenza di un individuo esterno, a prescindere dalla sua attività, aumenta la curiosità e la velocità di un cucciolo”.

• UN APPRENDIMENTO CHE DURA NEL TEMPO


Analizzando i filmati degli esperimenti, i ricercatori hanno confermato le proprie ipotesi. Sia i cuccioli che avevano osservato i loro conspecifici che quelli che avevano osservato gli esseri umani imparavano ad aprire la scatola più efficacemente rispetto a quelli del gruppo di controllo, il che indica, effettivamente, che l’apprendimento sociale è attivo in tenera età e soprattutto che è una dinamica che avviene anche tra specie diverse.

C’è dell’altro: “Abbiamo notato – dice ancora la ricercatrice, – che i cuccioli imparavano più rapidamente osservando un cane sconosciuto che non la propria madre: probabilmente, questo è dovuto al fatto che gli animali sono più incuriositi da un individuo non familiare, il che aumenta il tempo di attenzione (44 secondi per il cane sconosciuto, 30 secondi per la madre) e di conseguenza il livello di apprendimento”.

L’esperimento ha mostrato, infine, che l’abilità appresa si conserva nel tempo: anche dopo un’ora – un tempo sufficiente a confermare il coinvolgimento della memoria a lungo termine, spiegano gli autori – i cuccioli erano ancora in grado di aprire le scatole. I risultati dello studio potranno essere utili per sviluppare nuovi metodi di addestramento: “Il nostro lavoro”, conclude Ádám Miklósi, coautore dell’articolo e direttore del Dipartimento di Etologia, “suggerisce che il metodo più semplice e naturale per insegnare ai cani a svolgere un’attività è semplicemente quella di mostrargliela e incoraggiarli a ripeterla

DiDaniela Barfista

Dieta BARF senza congelatore?

Questo spazio del nostro blog e’ stato dedicato a tutti coloro che hanno intenzione di avvicinarsi al mondo Barf per i loro amici a quattro zampe e non vogliono più alimentare il proprio cane con mangimi industriali ricchi di additivi, coloranti, appetizzanti ed altro. La dieta Barf se fatta con le dovute conoscenze è quanto piu’ vicino ci sia all’alimentazione in natura del cane. Non e’ facile fornire al cane tutti gli elementi in modo bilanciato ecco perché’ è molto importante prima di iniziare, informarsi accuratamente per evitare di commettere errori che si andranno a ripercuotere inevitabilmente sulla salute del cane. Una delle cose meno gradite dai proprietari e’ quella di dover utilizzare il proprio frigo per conservare il cibo fresco x i loro cani. Dopo vari anni di esperienza siamo riusciti a produrre un tipo di barf con ingredienti freschi, disidratati a bassa temperatura x mantenere inalterate le proprietà dei singoli ingredienti. Nasce Barf Easy Dry, un prodotto innovativo che nasce dalla necessità di avere un alimento di qualità naturale e semplice, con la praticità di un alimento secco, ottenuto con l’essiccazione di carne di agnello e trippa verde. E’ studiato sia per l’alimentazione giornaliera in quanto si compone oltre che dalla carne, anche da carota, fiocco di patata, erba medica, sia come alimento pratico da viaggio in quanto non necessita di essere conservato in frigorifero.. Non sono presenti conservanti, coloranti ne additivi. Il prodotto si ricostituisce semplicemente aggiungendo acqua nella giusta proporzione descritta sulla confezione. Oltre all’Easy Dry nel nostro sito on line troverete anche snack naturali essiccati, anch’essi privi di ogni sorta di schifezze, che sono molto utili x la masticazione così importante per un carnivoro come il cane e per prevenire tutti quei problemi legati al tartaro evitando quindi costose spese veterinarie per rimuoverlo. Sono presenti inoltre integratori di eccellente qualità per prevenire problemi alle articolazioni e per mantenere un mantello sano e lucido. Siamo a vostra disposizione per consigli e domande sulla barf.

DiBARF Italia

Barf Italia: chi siamo

La nostra è una giovane azienda, tutta italiana, composta da 15 collaboratori, la prima in Italia ad essere stata autorizzata alla produzione di alimenti Barf in un moderno stabilimento realizzato con la più rigorosa conformità alle normative UE.

Forti di oltre 20 anni di esperienza nel settore della lavorazione carni abbiamo intrapreso la nuova attività di produzione di alimenti Barf ed integratori rinunciando assolutamente all’uso di qualsiasi additivo, conservante, e colorante per l’amore che ci lega agli animali da compagnia cani e gatti in particolare.

La nostra sede operativa si trova nel comune di Pizzoli a 10 km dalla città di L’Aquila nel territorio del Parco nazionale del Gran Sasso.

Utilizziamo solo carni Italiane provenienti soprattutto dalle regioni del centro Italia; Marche per il Tacchino, la Trota, ed il Salmone , Abruzzo per l’Agnello e il Manzo, Lazio per il Bufalo, Cavallo e Manzo, Toscana e Umbria per il Coniglio e Pollo, Emilia Romagna e Veneto per Galletto e Quaglia; tutte carni certificate e controllate presso i mattatoi di origine dalle Autorità Sanitarie Locali , provenienti dalla filiera per il consumo
umano; carni lavorate e congelate in tempi rapidi al fine di preservare le qualità nutrizionali dei prodotti.

DIETA BARF E SALUTE

Negli ultimi anni si parla molto di petfood e i proprietari  di animali domestici iniziano a porsi tante domande in merito. La grande maggioranza di loro  alimenta il proprio cane con cibo secco industriale  e purtroppo le patologie che colpiscono i nostri amici a 4 zampe sono aumentate in maniera esponenziale, forme allergiche cutanee, malattie tumorali ecc. Secondo studi scientifici Il pet food gioca un ruolo fondamentale e per ovviare a questa problematica c’e’ la necessita’ di sostituire il cibo industriale sia secco che umido ricco di conservanti e additivi non certo salutari per il cane, con cibo naturale e fresco.  Essendo il Dna del cane per il 99% identico a quello del lupo si puo’ dedurre quindi che  la dieta barf   e’ sicuramente un tipo di alimentazione adatta al sistema digestivo di un carnivoro che come tale dovrebbe poter mangiare carne e non crocchette. Finalmente attraverso una buona informazione la Barf sta prendendo il sopravvento nell’ ambito del petfood. Alimentare il cane  con cibo crudo, ossa polpose, trippa verde, centopelli frattaglie,frutta e verdura  puo’  risolvere e prevenire moltissime problematiche legate all’ alimentazione. Non sempre pero’ alcuni prodotti come la trippa verde o il centopelli sono di facile reperibilita’ per il proprietario nei comuni negozi o macellerie ed in questi casi sono molto utili gli acquisti on line.  Molti sono i Barf Shop presenti nel web e la ditta petfood barfItalia  con sede a l ‘Aquila e’ un barfshop  molto valido , produce cibo crudo con carni italiane di ottima qualita’  per i nostri amici a 4 zampe .  Passare  da un alimentazione industriale a una dieta barf e’ senza alcun di dubbio la scelta ideale per mantenere in buona salute  i nostri animali che tanto amiamo.